Sardegna in camper in sosta libera | I 21 migliori consigli

Sardegna in camper sosta libera: 21 consigli per una vacanza perfetta

In giro per la Sardegna in camper in sosta libera: una vacanza anticonvenzionale in piena sicurezza, relax e libertà

Si, hai letto bene, la Sardegna in camper in sosta libera è un sogno realizzabile! Ma c’è di più, con i consigli giusti potrai realizzare questo sogno senza incorrere in alcun problema, né complicarti troppo la vita.

Se hai deciso di vagabondare in camper in Sardegna significa che sei alla ricerca di una vacanza all’insegna della massima indipendenza. È molto probabile, inoltre, che tu non sia molto propenso a sostare in affollate aree di sosta o costosi campeggi. Rinunciare alle aree di sosta, però, mette sempre un po’ paura. La buona notizia è che rinunciare alle aree di sosta camper in Sardegna è molto più semplice di quanto possa apparire. Certo, non si può improvvisare e si deve avere qualche piccola accortezza ma, credimi, ne vale davvero la pena. In fondo, cosa non faresti per assicurarti il privilegio di ammirare in splendida solitudine il tramonto sul massiccio del Gennargentu o svegliarti davanti a una spiaggia deserta?

Sardegna in camper in sosta libera | Tramonto
Il tramonto con il camper in Sardegna in sosta libera

La Sardegna in camper in sosta libera richiede solo una certa capacità di organizzazione, norme di sicurezza e una buona dose di spirito di adattamento. E con una manciata di consigli, sarai pronto anche tu per questa splendida avventura!

Fai una buona scorta di acqua potabile

La Sardegna è un’isola notoriamente arida e in alcune zone la ricerca di acqua potabile potrebbe impegnarti più del desiderabile. Se il tuo camper dispone di almeno due serbatoi capienti, potresti ritenerti abbastanza tranquillo. Tuttavia, sappi che il caldo dell’isola potrebbe costringerti anche a fare più docce al giorno e l’acqua potrebbe mai essere abbastanza. Se decidi di allontanarti molto dai centri abitati, una buona scorta di acqua in bottiglia ti eviterà di dover tornare di corsa al paese più vicino. Non dimenticare di installare alcune utili applicazioni nel tuo smartphone che ti aiuteranno a trovare le fontanelle di acqua potabile più vicine.

Sii preparato contro gli insetti

Fuori dalle zone abitate, nella natura più incontaminata della Sardegna, gli insetti si moltiplicano. Quelli che più comunemente si incontrano in Sardegna sono le zanzare, le mosche, le formiche, i tafani, i pappataci e, molto raramente, le zecche. Prima di partire, procurati strisce moschicide per tutelarti almeno durante i pasti. Se il tuo camper ne fosse sprovvisto, porta con te zanzariere con velcro da applicare alle finestre dell’automezzo. Considera anche che la vita in camper si svolge soprattutto all’aria aperta, quindi non dimenticare spray repellenti per zanzare e unguenti dopo-puntura. Per evitare che le formiche possano assalire la cucina, acquista un prodotto apposito da utilizzare in caso di necessità.

Scarica, installa ed usa CaraMaps e Park4Night

Voler vivere alla giornata ed in mezzo alla natura non significa dover rinunciare alla tecnologia, anzi. Talvolta sarai molto stanco o, forse, sarà troppo tardi per cercare un posto dover sostare per la notte. In questi casi, CaraMaps e Park4Night saranno i tuoi più validi alleati per trovare un posto dove dormire serenamente. Con queste app troverai i migliori spot per la sosta, consigliati da altri campeggiatori e corredati da consigli, immagini e descrizioni. E se nel tuo girovagare trovi un posto perfetto per la notte, ricambia il favore e condividilo sulle app.

Evita l’alta stagione

Se possibile, cerca di programmare la tua esplorazione della Sardegna in camper in sosta libera nei mesi meno affollati. In piena estate non saresti il solo a voler dormire di fronte a quella splendida baia e ti potresti probabilmente ritrovare a sostare in mezzo a molti camper. Se hai le ferie a luglio o agosto, opta per un viaggio nell’entroterra, per spiagge e litorali meno conosciuti e frequentati. Ad esempio la costa sud occidentale della Sardegna. Anche in altissima stagione la Sardegna offre tanti posti “segreti” dove vivere il mare pressochè soli.

Sardegna in camper in sosta libera | posto segreto anche in alta stagione
Una spiaggia deserta in Sardegna anche in alta stagione? semplice con un camper van

Unisciti ad altri camperisti

Sappiamo che questa ti sembrerà strana, vista la tua totale ed invidiabile voglia di libertà. Tuttavia, l’unione fa la forza ed il miglior modo per trascorrere una notte in piena sicurezza è sostare insieme ad altri amici camperisti. Un eventuale malintenzionato sarebbe scoraggiato dal numero di camper parcheggiati, che presuppone un gran numero di persone a bordo. Inoltre, in un improbabile caso di emergenza, l’aiuto sarebbe tempestivo.

Non sostare presso i distributori di carburante

In primo luogo, riteniamo che dormire in mezzo alle pompe di benzina è quanto di più lontano dall’idea di vacanza in mezzo alla natura! Tuttavia, la vera ragione per cui devi evitare i distributori è che questi sono i luoghi meno sicuri dove sostare. Statisticamente, il numero di furti negli autoveicoli è notevolmente aumentato negli ultimi anni e i camionisti, abituati a dormire nei loro mezzi, difficilmente si accorgeranno se ti sta accadendo qualcosa.

Evita discoteche e locali notturni

Potresti essere tentato di fermarti vicino a qualche locale notturno, pensando che il via vai di gente possa essere garanzia di sicurezza. Sbagliato. Le discoteche sono piene di giovani che pensano solo a divertirsi e l’ebbrezza alcolica raggiunta da alcuni di loro potrebbe essere davvero molto alta. A nessuno di noi piacerebbe essere svegliato nel cuore della notte da canti, risate e baccano. Inoltre, c’è sempre il rischio che l’alcool possa suggerire qualche consiglio malsano e che tu possa diventare bersaglio di qualche bravata.

Evita la sosta nelle grandi città

Il primo motivo per evitare la sosta nelle città è che sei alla ricerca di pace ed avventura! In Sardegna non esistono grandi centri ma evitare il traffico, i clacson ed il rischio di avere problemi con la polizia (la sosta libera è sottoposta a norme stringenti) ci sembra un buon consiglio da condividere. Il secondo motivo per cui è meglio evitare le città è la criminalità. Sebbene in Sardegna non esistano città pericolose, come in qualsiasi parte del mondo un camper può rappresentare una ghiotta occasione per un facile bottino.

Sardegna in camper in sosta libera | nella natura sarda fuori da centri abitati
Le luci del mattino in Sardegna ed una giornata piena di emozioni

Verifica i giorni di festa e di mercato

Se ti accingi a sostare nei pressi di qualche centro abitato, controlla sempre i cartelli presenti. In particolare, assicurati che l’area prescelta per passare la notte non sia la sede di un mercato cittadino o il percorso di una festa patronale. Essere svegliato all’alba da un solerte funzionario delle forze dell’ordine o ritrovarti ostacolo per la processione locale è un’avventura che puoi tranquillamente risparmiarti.

Scegli luoghi sufficientemente illuminati

Parcheggiare in mezzo alla natura ha sicuramente il suo fascino, ma sappi che la notte, fuori dalle città, è molto più buia di quanto potresti mai immaginare. Dormire in mezzo a un bosco o nei pressi di una spiaggia rimane un’esperienza da provare ed in Sardegna lo puoi fare senza problemi. Sii però consapevole dei rischi che puoi correre. L’alternativa è sostare in luoghi più illuminati, nei quali i malintenzionati abbiano più difficoltà nel tentare un’aggressione o un furto.

Raggiungi l’area di sosta nel primo pomeriggio

La maggior parte delle soste libere in Sardegna, soprattutto in alta stagione e se pubblicizzate tramite app e forum on line, possono essere molto frequentate. Se arrivi troppo tardi, corri il rischio di trovarle già piene e di doverti ulteriormente spostare per trovarne un’altra che faccia al caso tuo. Cerca di programmare in anticipo la tua sosta facendo in modo di arrivare, se possibile, nelle prime ore del pomeriggio. La maggior parte della gente sarà al mare o impegnata in una escursione e tu avrai accesso al posto migliore.

Non parcheggiare attaccato agli altri camper

Questo, più che un consiglio di viaggio, è una norma di buona educazione. Non sei il solo a cercare la tranquillità. Non apprezzeresti di certo svegliarti la mattina e aprire la finestra sul tavolino del camper parcheggiato vicino al tuo e lo stesso vale per gli altri. Mantenere una distanza che garantisca una certa privacy e intimità è un segno di rispetto, che verrà ricompensato da sorrisi, gentilezza e disponibilità.

Sardegna in camper in sosta libera | Esploratori felici
Esploratori felici in giro in Sardegna con il van

Valuta il luogo in cui sostare

Un buono spirito di osservazione e la capacità di lucida analisi sono qualità fondamentali per l’amante della sosta libera. Hai trovato una buona piazzola, illuminata e discreta, ma come essere sicuro che garantisca un livello minimo di sicurezza? Guardati intorno: se vedi siringhe, preservativi, cocci di bottiglia o sgommate sull’asfalto, puoi star certo che quel luogo è frequentato da gente tutt’altro che tranquilla. Meglio ripartire e cercarne un altro.

Controlla le previsioni meteorologiche

Per quanto il tuo camper sia la tua seconda casa, ricordati che è pur sempre un automezzo e non ti assicura la stessa sicurezza di un tetto sulla testa. La Sardegna è un’isola spesso spazzata, in tutte le stagioni, da venti fortissimi, specialmente il maestrale. Controlla sempre le previsioni del tempo nei siti specialistici. Noi ti suggeriamo windfinder che grazie alla sua mappa interattiva ti sarà certamente utilissimo per valutare, con semplicità, la forza del vento e le eventuali precipitazioni previste. In caso di maltempo, evita di sostare sotto gli alberi i cui rami, rompendosi, potrebbero cadere sul tuo van. Se temi temporali, evita i boschi, ma soprattutto valuta con attenzione il terreno sul quale ti fermi. In caso di pioggia abbondante, il fango potrebbe diventare un serio problema e se le gomme cominciassero a slittare, potresti rimanere impantanato.

Non parcheggiare troppo vicino al mare o ai corsi d’acqua

Con la stessa attenzione al meteo, evita di parcheggiare troppo vicino a corsi d’acqua, che potrebbero ingrossare improvvisamente. Sebbene il mar Mediterraneo non presenti importanti fenomeni di marea, qualche escursione comunque esiste. Evita, quindi, di sostare a pochi metri dalla riva del mare.

Non lasciare oggetti fuori dal camper

Prima di chiuderti nel camper per dormire, porta al sicuro tutto ciò che hai utilizzato: biciclette, tavolini, fornelli, scarpe, asciugamani, tutto. Il motivo è banale. Evitare che ti possano essere rubati durante la notte o che te li possa dimenticare alla tua partenza.

Non arrivare con il buio

Anche se hai scelto di sostare in qualche posto poco conosciuto, cerca di arrivare prima che faccia buio. Entro le 16 se viaggi in inverno, prima delle 20 se in piena estate. Non fraintenderci, non devi competere con gli altri per il posto migliore, ma sappi che posizionare il tuo camper al buio sarà sempre più difficile. Senza contare il fatto che potresti avere difficoltà con il percorso, con le eventuali buche e con pericolosi e invisibili dislivelli.

Sardegna in camper in sosta libera | L'ora dell'aperitivo
La tua casa in riva al mare, un sogno facilmente realizzabile in Sardegna

Crea difficoltà agli eventuali intrusi

Premesso che di solito se un ladro vuole entrare, entra, esistono però dei modi, più o meno efficaci, per rallentare i suoi tentativi e darti la possibilità di mettere in atto valide contromisure. Innanzitutto, blocca l’entrata: puoi fermare la maniglia con una cintura, una corda o addirittura con catena e lucchetto. Se qualcuno tenterà di entrare, dovrà per forza fare rumore. Per le portiere della cabina guida, non affidarti solo alle sicure in dotazione sugli automezzi, ma bloccale legandole fra loro, in modo che sia impossibile aprirle dall’esterno. Inoltre, riponi sempre il cellulare in un posto noto prima di andare a dormire: non capiterà mai, ma avere la possibilità di fare una telefonata di emergenza, senza perdere tempo a cercare il telefono per tutto il camper, può fare la differenza.

Apri il tendalino e le finestre con accortezza

In Sardegna il campeggio libero è vietato. Aprire il tendalino ed addirittura aprire le sole finestre del camper verso l’esterno è frequentemente associato al campeggiare. Si, hai capito bene, puoi essere salatamente multato solo per aver aperto verso l’esterno una finestra del tuo camper. Nella nostra esperienza di camper in Sardegna non abbiamo mai avuto problemi di alcun tipo a riguardo. Siamo certi che neanche tu ne avrai. È però giusto consigliarti di stare sempre molto attento, specie con il tendalino. Apri il tendalino solo in posti poco affollati e solo laddove sei sicuro di poterlo fare.

Sardegna in camper in sosta libera | Vita all'aria aperta
A due passi dal mare della Sardegna con tutte le comodità di un camper van

Valuta cosa faresti in caso di aggressione

È necessario ipotizzare in anticipo cosa faresti in caso di pericolo. Cerca di valutare correttamente il tuo livello di ansia, la capacità di reazione sotto stress e la velocità che possiedi nel prendere decisioni in assenza di lucidità mentale. Solo dopo aver fatto ciò, puoi pensare a procurarti qualche tipo di deterrente per scoraggiare un eventuale aggressore o anche solo per attirare l’attenzione dei vicini. Solitamente, un dissuasore sonoro è più che sufficiente, ma se pensi di essere in grado di gestire la situazione, puoi anche dotarti di un bastone o di un più innocuo spray al peperoncino. Valuta sempre cosa faresti e quali sarebbero le conseguenze delle tue azioni, considerando anche il fatto che non sempre contrastare un malintenzionato è la mossa migliore. Infatti, assecondandolo si potrebbe perder qualche oggetto di valore, ma spesso si rischierà molto meno in termini personali.

Concediti qualche lusso

Come vedi, la sosta libera richiede una buona dose di organizzazione ed impegno quindi, sebbene regali sempre emozioni entusiasmanti, ogni tanto vale la pena concedersi qualche comfort in più. Sappi che la Sardegna offre anche numerosi camping e aree di sosta attrezzate, in cui poter usufruire dei tanti servizi messi a disposizione. Pochi giorni di relax ti daranno quella marcia in più per affrontare i prossimi chilometri, che ti porteranno nuovamente a vivere la tua vacanza in piena libertà ed autonomia. Sostare una notte in una area di sosta organizzata è anche utile per allacciarsi alla rete elettrica e ricaricare pienamente le batterie del camper.

Rispetta l’ambiente

Lo abbiamo lasciato per ultimo ma è il più importante di tutti. Sarebbe il ventiduesimo consiglio ma no, rispettare l’ambiente non è un suggerimento bensì un obbligo da osservare scrupolosamente! Se il campeggio libero è oggi vietato lo dobbiamo, infatti, a tutti coloro che hanno adottato comportamenti incivili nei confronti della nostra terra. La sosta libera in camper in Sardegna è tutt’oggi ben tollerata, a patto che adottiate ogni accorgimento per il massimo rispetto dell’ambiente. In particolare, abbiate cura di:

1. non abbandonare i rifiuti nell’ambiente. Ricordatevi che la Sardegna è un’isola molto ventosa dove un sacchetto di plastica può essere facilmente portato via dal vento. Abbiate quindi sempre cura di conservare in luoghi sicuri gli oggetti leggeri (sacchetti e confezioni di plastica, fazzoletti in carta)
2. separare i rifiiuti e conferirli nelle apposite aree ecologiche. Per favore evitate in tutti i modi di abbandonare rifiuti laddove troviate cumuli di rifiuti. Il fatto che qualcuno abbia creato un cumulo non vi da il diritto di abbandonare ulteriori rifiuti!
3. verificare di aver chiuso il rubinetto di scarico delle acque grigie. Talvolta dimenticare lo scarico delle acque grigie aperto capita anche ai camperisti più esperti!
4. scaricate sempre le acque di scarico nelle apposite aree atrezzate.

Ti abbiamo convinto ad esplorare la Sardegna in camper in sosta libera ma non possiedi un camper?

Innanzitutto, non vale la pena noleggiare un camper nella penisola ed affrontare gli esorbitanti costi dei traghetti per attraversare il Mediterraneo. Meglio noleggiarlo direttamente sull’isola. Yep Campers mette a disposizione i suoi camper van Westfalia, dotati di ogni comfort e dell’agilità necessaria per raggiungere anche i luoghi più impervi dove sostare in libera!

La Sardegna in camper in sosta libera è lì, a portata di mano. Adesso hai tutti i suggerimenti necessari per affrontare quest’avventura, che rimarrà impressa in modo indelebile nelle fotografie e nei tuoi ricordi più cari. Cosa aspetti a partire per la tua vacanza più bella?

Share this post!