SABATO E DOMENICA: CONSEGNA/RESTITUZIONE CAGLIARI GRATUITA!

Valle della Luna

Valle della Luna: il paradiso nascosto della Sardegna

La Valle della Luna in Sardegna è uno dei luoghi più incontaminati dell’isola, in cui i suoi abitanti ancora si svegliano al sorgere del sole e al suono dei tamburi e vanno a dormire solo dopo aver condiviso falò, balli e racconti.

Un luogo magico, dalla bellezza struggente, che devi assolutamente visitare.

Durante il giorno, i raggi del sole rendono le sue rocce quasi rosate, ma di notte, sotto quelli dell’astro notturno, le imponenti conformazioni granitiche diventano bianchissime, al punto che sembrano brillare nel buio.

È la Valle della Luna in Sardegna, un luogo impervio e incontaminato, che ti lascerà a bocca aperta per come saprà riconnetterti con la natura e l’intero pianeta.

Inutile girarci intorno: è uno dei posti più affascinanti della Sardegna del Nord.

Situata nei pressi di Capo testa, la Valle della Luna restituisce una forza primordiale, la stessa con cui i forti venti di maestrale gonfiano il mare e lo scagliano con forza contro le rocce, levigandole e costringendole ad assumere forme curiose e suggestive.

Probabilmente, la stessa forza che i giovani hippy degli anni 60 hanno percepito quando vi sono arrivati, decidendo di farla diventare la loro casa.

Già, perché chi vive nella Valle della Luna ha scelto di vivere lontano dalla civiltà, a stretto contatto con la natura, rifuggendo tecnologia e modernità.

Ovviamente, nessuno ti chiede di fare una scelta tanto estrema, ma se hai deciso di scoprire la Sardegna, sappi che un tramonto nella valle della Luna varrà da solo l’intera vacanza.

Valle della Luna, ovvero, la Valle di Cala Grande

Con il suo aspetto lunare, cristallizzato dal tempo, la Valle della Luna è incastonata tra le formazioni granitiche di Cala Grande, il nome originario del luogo, che in realtà è a sua volta un insieme di piccole valli affacciate sul mare.

La più ampia è, appunto, Cala Grande, luogo incontaminato in cui le acque azzurre e profonde lambiscono quello che può essere definito un vero angolo di paradiso. Oltre alle incantevoli scogliere, infatti, qui è la natura a dettare legge.

L’intero paesaggio, solitario e selvaggio, è punteggiato dalla macchia mediterranea, da cui esalano il profumo del ginepro e del mirto, che qui crescono in modo spontaneo.

Ma anche le cale più piccole, come Cala de l’Ea, dove sgorga una sorgente d’acqua dolce, e Cala di Mezzo, sormontata da un promontorio granitico denominato “Mano dell’Orso”, non sono da meno.

Valle della Luna
Valle della Luna, Cala de l’Ea

Valgono sempre una visita, anche solo per ammirare “Lu Turri”, un imponente masso di granito alto 128 metri, soprannominato “Il Teschio”, per via del suo aspetto inquietante.

Ma non è il solo, perché qui mare e vento hanno plasmato la natura nel corso dei secoli, dando vita a massi e scogliere che, grazie alle loro forme, si sono meritati appellativi quali “Corno di Rinoceronte”, “Musa marina” e “Torre Profallica”.

Adesso ti è più chiaro perché gli abitanti della Valle della Luna hanno deciso di chiamare questo luogo “casa”?

La storia della valle della Luna: fra vento e utopia

La Valle della Luna è da sempre conosciuta dagli abitanti dell’isola, tanto che in principio fu addirittura abitata dai romani.

In seguito, duranti gli anni bui del Medioevo, fu invece utilizzata sia come lebbrosario, sia come rifugio per i banditi dell’isola.

D’altronde, quale posto migliore per restare lontani dalla società civile, al riparo da occhi indiscreti?

Questo deve essere stato lo stesso motivo per cui, negli anni Sessanta, è nella Valle della Luna che le comunità hippy decidono di andare a vivere per sperimentare un nuovo modello di socialità ed adottare uno stile di vita alternativo.

Scendendo nella Valle della Luna, totem e composizioni realizzate con pietre e ciottoli saranno, infatti, le prime cose che noterai, perché qui, anche nel XXI secolo, resiste una delle ultime comunità hippy d’Europa.

In inverno vi risiedono in pochi, ma in estate, con l’arrivo della bella stagione, la Valle della Luna ridiventa il luogo del sogno, dell’utopia, della ricerca di una nuova spiritualità, sempre più saldata al concetto di Madre Terra, sempre più lontana dalla contemporaneità esasperata e frenetica alla quale tutti noi siamo abituati.

Per questa ragione, al tuo ingresso in Valle della Luna, sospendi il giudizio e sii rispettoso.

Nonostante le campagne denigratorie, la spiaggia di Valle della Luna è incontaminata anche grazie al lavoro di questi giovani, che fra un bagno in mare e una seduta di meditazione, si prendono cura dell’ambiente, affinché anche tu possa goderne.

Valle della Luna: campeggio libero sì o no?

Per rispondere a questa domanda, chiariamo subito una cosa: a Valle della Luna il campeggio libero non è permesso, così come è interdetto in qualsiasi altra parte della Sardegna.

Detto ciò, le grotte della Valle della Luna ospitano ancora oggi diversi hippy, alcuni dei quali, come già detto, vi risiedono per tutto l’anno e, in alcuni casi, sono ben disposti a condividere con i visitatori i loro spazi.

L’intera area è però completamente sprovvista di bar, ristoranti, bagni e di qualsiasi altro tipo di servizio, quindi a meno che tu non sia deciso a fare un’esperienza davvero fuori dal comune, il campeggio a Valle della Luna è da escludere.

Ciononostante, hai ancora la possibilità di vivere appieno l’atmosfera sognante di Cala Grande raggiungendola in camper, che potrai parcheggiare a debita distanza, regalandoti la possibilità di godere della natura incontaminata, senza dover rinunciare alle comodità che pretendi per la tua vacanza.

Insomma, se la tua domanda è “si può campeggiare nella Valle della Luna?”, la risposta è no, ma le alternative ci sono.

E fidati, ne vale la pena.

Come raggiungere Valle della Luna

Visitare la Valle della Luna in camper, dunque, è una delle modalità più consigliate.

Il parcheggio per Valle della Luna è infatti a poche centinaia di metri dalla spiaggia di Cala Grande, ma devi sapere che i sentieri che la raggiungono sono uno più impervio dell’altro.

Niente di trascendentale, ma procurati un paio di scarpe chiuse e preparati ad attraversare una boscaglia piuttosto selvaggia.

Come arrivare a Valle della Luna te lo diciamo noi: da Santa Teresa di Gallura, percorri la Strada provinciale 90 in direzione ovest, verso Capo Testa.

Poco prima dell’omonimo faro, parcheggia il camper e torna indietro di qualche passo: troverai un cancello in legno sbiadito dal sole con il nome della valle in bella vista, oltre al quale inizia un sentiero sterrato.

Consideralo una sorta di trekking in Valle della Luna, che in circa 20 minuti ti permetterà di raggiungere la tua meta. Non puoi sbagliare: al tuo arrivo ci sarà il famoso totem di Valle della Luna ad avvisarti che il tuo viaggio è finito.

Ora sei in paradiso.

Ti abbiamo convinto? Vieni a scoprire la nostra flotta di camper van Westfalia, i mezzi ideali per dormire comodamente il più vicino possibile ad uno dei luoghi più misteriosi e suggestivi dell’isola, che non tradiranno il tuo desiderio di comfort.

La Valle della Luna ti aspetta con tutto il suo carico di suggestiva magia. Non privartene.

Valle della Luna
La Valle della Luna
Torna in alto