ESPLORA LA MERAVIGLIOSA SARDEGNA IN LIBERTÀ!

Sud Sardegna

Sud Sardegna in 10 giorni: in camper fra spiagge bianche e acque cristalline

Sud Sardegna in 10 giorni? se sei un amante della vita in camper, probabilmente amerai luoghi isolati, natura incontaminata e spiagge dalla bellezza selvaggia ed in questo caso, un tour della Sardegna meridionale in 10 giorni è proprio ciò che fa per te.

Quando si parla di viaggio in Sardegna si pensa sempre alla Costa Smeralda, ma è un errore. Un itinerario del Sud Sardegna in soli 10 giorni ti permetterà di scoprire come il meridione dell’isola non abbia nulla da invidiare alle più rinomate località mondane del nord.

Anzi, visitare il Sud Sardegna in camper è il modo migliore per lasciarti avvolgere dalla suggestiva bellezza dell’isola, lontano da quel clamore festaiolo che non ti appartiene.

L’itinerario proposto parte da Cagliari e, dopo un lungo anello di quasi 500 chilometri, ti riporterà al punto di partenza.

Pronto per scoprire il Sud Sardegna? Mettiti alla guida del tuo camper ed imbocca la Strada Statale Sulcitana 195 in direzione sud, in soli 40 minuti completerai la prima tappa del tuo itinerario del Sud Sardegna arrivando a Pula.

E se non possiedi un camper, dai un’occhiata alla flotta Yep Campers! Potrai scegliere tra i fantastici ed iconici camper Westfalia e nuovi e moderni camper furgonati, entrambi perfetti per esplorare l’isola!

Sud Sardegna Giorno 1- Pula e Torre di Chia

Ci sarà tempo per andare in spiaggia. Oggi è il momento di scoprire come la Sardegna, nota per il mare e i litorali più belli d’Italia, sia una sorprendente meta culturale. La cittadina di Pula, che sorge lungo una delle coste più affascinanti dell’isola, è solo un piccolo comune di 7000 anime, ma nasconde un piccolo gioiello. Appena fuori dal paese, infatti, si trova la suggestiva area archeologica di Nora, fondata dai Fenici nel VIII secolo a.C., abitata dai Romani nel terzo secolo d.C. e poi abbandonata al suo destino a causa delle invasioni arabe.

Sud Sardegna
Zona Archeologica di Nora

Goditi la visita e poi rimettiti alla guida del camper lungo la costa, disseminata di antiche torri di avvistamento spagnole, che testimoniano un passato difficile e incerto.

Dopo 19 Km, sarai arrivato di fronte alla maestosa Torre di Chia, che domina un susseguirsi di cale, insenature, scogli e spiagge bianche, lambite da acque cristalline. Vale la pena inerpicarsi sul pendio e raggiungerla: sono solo 5 minuti a piedi dal porticciolo, che consentiranno di stupirti di fronte al meraviglioso panorama che spazia sino al faro di Capo Spartivento.

Una volta tornato sulla costa, avrai due possibilità: tornare a Pula per vivere la movida della località o dormire presso una delle aree sosta della zona e prepararti alla tua seconda tappa: domani sarà giornata tutta dedicata alla spiaggia e al mare!

Sud Sardegna Giorno 2 – Spiaggia su Giudeo e Cala Cipolla

Oggi il tuo itinerario del Sud Sardegna in 10 giorni ti porterà in due rinomate spiagge, una più bella dell’altra. A soli 5 Km da Pula, infatti, ti imbatterai nella Spiaggia Su Giudeo, dove potrai trascorrere la mattinata. Non è un caso se questo tratto di litorale sia stato scelto come location di numerosi spot pubblicitari e set cinematografici: la sabbia bianca e finissima, infatti, rende questa spiaggia più simile ai Caraibi, che non a un paesaggio mediterraneo, mentre l’acqua cristallina varia dal verde all’azzurro intenso, come nelle più belle cartoline.

Nel pomeriggio, con tutta calma, potrai rimetterti alla guida del camper e, in soli 5 minuti, trovarti su un altro gioiello del litorale, Cala Cipolla, racchiusa fra due aspri promontori di granito rosa. E fra un bagno e l’altro, non dimenticarti di fare una passeggiata fino al Faro di Spartivento, da cui potrai ammirare l’intera costa sulcitana, prima di tornare al camper per cenare e riposarti in vista del tuo terzo giorno di vacanza.

Sud Sardegna
Cala Cipolla, piccola e selvaggia

Sud Sardegna Giorno 3 – Tuerredda

Sarà meglio che tu ti metta in strada il più presto possibile. La distanza da percorrere per raggiungere la tua prossima meta è minima, solo, 18 Km, ma Tuerredda merita di essere vissuta dal mattino al tramonto. La spiaggia di soffice sabbia candida, infatti, è incastonata fra l’azzurro intenso del mare e il verde della macchia mediterranea, creando contrasti suggestivi, che cambiano ad ogni ora del giorno.

E fidati: tra una birra sorseggiata presso uno dei tanti punti di ristoro della spiaggia e un’escursione all’isolotto, che sorge a poca distanza dalla riva, la giornata filerà via in un battibaleno.

Sud Sardegna Giorno 4 – Porto Pino

In un itinerario della Sardegna del sud in 10 giorni, poteva mancare una tappa a Porto Pino? Assolutamente no! Rimettiti alla guida del tuo camper e percorri fiducioso i 35 chilometri che ti separano da uno dei gioielli più preziosi dell’isola.

Porto Pino è una spiaggia di inusuale bellezza: il fascino esotico di questo tratto del litorale è sottolineato da dune di sabbia fine e candida, acque azzurro intenso, fondali limpidissimi, lagune e boschi di pini, querce e ginepri, che sorgono qua e là nella macchia mediterranea.

Le spiagge di Porto Pino sono tre, tutte bellissime: ti servirà un’intera giornata per visitarle tutte!

Sud Sardegna
Porto Pino, perla del Sud Sardegna

Sud Sardegna Giorno 5 – Piscinas

Per il tuo quinto giorno nel Sud Sardegna, percorri altri 17 chilometri in direzione nord, fino a raggiungere la spiaggia di Piscinas. Se questo tratto di litorale sardo è stato inserito dal National Geographic nella lista delle spiagge più belle del mondo, una ragione c’è: imponenti dune di sabbia dorata, alte fino a 60 metri, si estendono per chilometri e chilometri dall’entroterra fino a raggiungere il mare azzurro, che contrasta mirabilmente con una vegetazione rigogliosa e selvaggia.

Il posto perfetto per dimenticarti del mondo e vivere un’esperienza immersiva nella natura. E in più, anche dotato di un’area sosta per camper, attrezzata di tutto punto: potrai quindi goderti l’intera giornata e dormire nei pressi di questa perla della Sardegna del Sud, prima di affrontare i 43 chilometri che ti separano dalla prossima località.

Sud Sardegna Giorno 6 – Isola di san Pietro

Per compiere questa tappa, ti consigliamo di svegliarti presto. I chilometri sono solo 43, ma prevedono una piccola tratta in traghetto. Sì, perché il tuo itinerario nel Sud Sardegna in 10 giorni, oggi ti porta su un’isola.

Regno dei sub e degli amanti dello snorkeling, l’isola di san Pietro offre una costa alta e frastagliata, tra le cui alte scogliere si nascondono incantevoli spiaggette riparate dal vento.

E quando il sole tramonterà dietro l’orizzonte, dirigiti verso l’unico centro abitato dell’isola, Carloforte: abitato dai discendenti degli antichi pescatori liguri, il paese sarà la tua migliore occasione per gustare le delizie della tradizione gastronomica locale, basata soprattutto sul pesce.

Le meravigliose spiagge di Carloforte

Sud Sardegna Giorno 7 – Porto Flavia e Cala Domestica

Per la tua prossima tappa del tuo itinerario nell Sud Sardegna in 10 giorni, dovrai riprendere il traghetto, ma stavolta verso Portoscuso. La tua destinazione finale è Cala Domestica, una meravigliosa insenatura incastonata fra alte falesie a picco sul mare, dove potrai trascorrere un’altra giornata all’insegna di mare e sole.

Ma prima di raggiungerla, regalati un’esperienza insolita e visita Porto Flavia, un’infrastruttura mineraria sospesa fra cielo e mare, da cui potrai godere della meravigliosa vista sul famoso faraglione Pan di Zucchero. La visita guidata dura solo un’ora, non ti sottrarrà troppo tempo all’abbronzatura!

Porto Flavia, mozzafiato

Sud Sardegna Giorno 8 – Spiaggia di Scivu

A soli 15 chilometri da Cala Domestica, esiste una spiaggia “parlante”. Si tratta di Scivu, un’oasi di sabbia dorata che emana una sorta di eco quando viene calpestata.

Un luogo particolare anche per via delle rocce rossastre che emanano una luce suggestiva, soprattutto al tramonto, quando gli ultimi raggi del sole cadono in acque incredibilmente trasparenti.

Questo sarà il punto più a nord del tuo itinerario turistico nel Sud Sardegna: goditelo, perché domani ti attenderà una giornata impegnativa!

Sud Sardegna
La selvaggia ed incontaminata spiaggia di Scivu

Sud Sardegna Giorno 9 – Cala Sinzias e Punta Molentis

Al tuo risveglio, saluta pure la costa occidentale della Sardegna, perché ora è il momento di tornare ad est. Ti attendono circa 2 ore e mezzo di guida nell’entroterra sardo, che vedrai, non ti deluderà. Un viaggio coast to coast alla guida del tuo camper, che oltre a consentirti di apprezzare gli ineguagliabili paesaggi selvaggi e isolati dell’isola, ti permetterà di fermarti per pranzo presso qualche agriturismo, per provare il rinomato “purceddu” o la variegata offerta culinaria di una tradizione gastronomica ispirata alla cultura contadina e alla pastorizia.

Percorsi i 150 Km necessari per raggiungere la costa est, potrai rinfrescarti su due splendide spiagge, situate a soli 20 minuti di camper l’una dall’altra. Cala Sinzias è una lunga distesa di sabbia bianca e finissima, circondata da un mare azzurro intenso e un fitto bosco di eucalipti, il cui odore contribuirà a farti sentire fuori dal mondo civilizzato.

Punta Molentis, 12 chilometri più sud, è anch’essa la tipica spiaggia da cartolina: mare che varia dal celeste chiaro all’azzurro intenso, grazie a un fondale sabbioso che riflette magistralmente i raggi del sole. Che al tramonto, grazie alla presenza delle rocce che delimitano la baia a forma di arco, illuminano un paesaggio suggestivo e indimenticabile.

Sud Sardegna
Punta Molentis

Sud Sardegna Giorno 10 – Porto Giunco

Il tuo viaggio nel Sud Sardegna volge al termine, ma prima di puntare nuovamente verso Cagliari, regalati un’ultima emozione visitando quella che è considerata una vera e propria spiaggia tropicale nel bel mezzo del Mediterraneo.

Porto Giunco è un vero gioiellino, sopra e sotto la superficie dell’acqua. Le calette di sabbia finissima scivolano dolcemente in un mare che assume tutte le tonalità dell’azzurro man mano che ci si allontana dalla costa, mentre alle spalle, come una cornice disegnata da un abile pittore, si allarga la macchia mediterranea ricca di ginepri e lentischi.

Paradiso di subacquei e amanti dello snorkeling, l’area marina offre paesaggi mozzafiato, composti da pinnacoli rocciosi, fauna e flora rigogliosa, nonché un gran numero di relitti di ogni epoca, vittime di potenti mareggiate.

Rimani pure a dormire nelle vicinanze, ma prima di chiudere il portellone del tuo camper, regalati un ultimo drink in uno dei numerosi locali notturni della zona. Il tuo itinerario nella Sud Sardegna in 10 giorni è finito, non vorrai mica andartene senza salutare il paradiso che ti ha regalato così tante emozioni, giusto?

Con poco più di un’ora, sarai nuovamente a Cagliari, dove tutto è iniziato. Dover abbandonare questi luoghi, forse, susciterà in te un po’ di tristezza, ma non temere: la bellezza commovente dell’isola rimarrà per sempre nella tua memoria e ti convincerà, una volta di più, che la Sardegna in camper è un’esperienza da ripetere, più e più volte.

Torna su