Estate in Sardegna

Estate in Sardegna nel 2020: diari di viaggio in camper

L’estate in Sardegna nel 2020 significa mare, montagna e natura selvaggia. Ad ogni modo, non importa cosa tu scelga. L’isola saprà certamente regalarti molto più di quanto ti aspetti.

La bella stagione è alle porte, il tuo camper scalpita e tu ancora non sai dove andare in vacanza. Vuoi un suggerimento? Carica i bagagli, metti benzina, dirigiti verso il porto più vicino e prendi un traghetto per l’isola sarda: trascorrere l’estate in Sardegna, a bordo del tuo amico a quattro ruote, è la vacanza ideale per te, che sei alla ricerca di relax e un pizzico di avventura.

Come dici? La Sardegna è molto grande, tu hai pochi giorni e non sai dove andare?

Fatti furbo e sbircia nei diari di viaggio dei tuoi colleghi camperisti che, prima di te, hanno girato in lungo e in largo questa splendida terra.

Troverai mille itinerari sbalorditivi che, fra spiagge incantate e montagne impervie e sperdute, ti permetteranno di scegliere con consapevolezza dove vivere la tua estate in Sardegna.

Estate in Sardegna
Estate in Sardegna significa calette solitarie da esplorare

Cosa si fa in estate? In Sardegna si va al mare!

Il mare in Sardegna è un sogno e, se ne sei un fervido ammiratore, non potrai fare a meno di emozionarti davanti le sue sfumature, che variano dal blu notte delle acque profonde, al verde acqua marina dei fondali scogliosi, al cristallino assoluto delle placide onde che lambiscono spiagge bianchissime.

Gli itinerari possono essere molteplici. Per la loro estate in Sardegna, molti camperisti optano per la lussuosa Costa Smeralda, dove tra il panfilo di un miliardario e la coda per entrare nel locale alla moda, hai ancora la possibilità di trovare angoli incontaminati e poco affollati.

Altri decidono di vistare il sud, più selvaggio e meno vip, ma senz’altro più genuino e adatto ad una vacanza in camper. Qui troverai splendide spiagge: il litorale di Villasimius e quello di Costa Rei vantano numerosi lidi di sabbia bianca, dotati di tutti i servizi.

Per la tua estate in Sardegna potresti anche decidere di recarti nel nord dell’isola: in provincia di Sassari potrai visitare la celeberrima Stintino, un paradiso di sabbia soffice e bianca, mentre se avrai la forza di abbandonare per almeno un giorno il tuo camper, nell’estremo nord della Sardegna potrai navigare nell’Arcipelago della Maddalena, circumnavigando le isole dell’Area Protetta.

E perché no, avventurarti fino a Cabras, nella provincia di Oristano, e parcheggiare il tuo camper proprio di fronte la spiaggia di Is Arutas, formata da piccoli granelli di quarzo che splendono nel sole.

Non sei un amante del mare? Non importa: ecco qualche suggerimento tratto dai diari di viaggio dei più esperti camperisti, che hanno scelto di inebriarsi della bellezza della Sardegna in estate.

Estate in Sardegna: non solo mare

Oltre alle spiagge da sogno, la Sardegna vanta anche un entroterra suggestivo, ricco di testimonianze storiche ed attrazioni naturalistiche di prim’ordine.

Per la tua estate in Sardegna, potresti organizzare un tour attraverso i numerosi parchi e aree protette che affollano la regione: in questo caso, non omettere nel tuo itinerario il Parco nazionale del Gennargentu, uno dei più suggestivi del nostro paese, nel quale potrai mettere alla prova la tua resistenza, affrontando uno dei tanti percorsi trekking dell’area.

La Sardegna in estate non è solo mare

Oppure, potresti scegliere di visitare i monumenti naturali dell’isola, organizzando un tour che tocchi i più affascinanti: mentre compili la lista, mi raccomando, non dimenticare di includere l’Orso di Palau a Capo d’Orso, il Domo Andesitico di Acquafredda all’interno dell’area naturale protetta e S’Archittu a Santa Caterina, in provincia di Oristano.

E, se da vero camperista, ami viaggiare e trascorrere ore e ore alla guida del tuo camper, prendi in considerazione l’idea di avventurarti in un viaggio coast to coast, percorrendo in senso orario o antiorario l’intera isola: scoprirai borghi pittoreschi e spiagge caraibiche, attraversando la natura incontaminata per cui questa regione è giustamente conosciuta.

E finita l’estate in Sardegna, potrai riportarti a casa, anche tu, un diario di viaggio pieno zeppo di emozioni indimenticabili!

Share this post!

Torna su