Camping on board in Sardegna

Camping on Board in Sardegna: quali regole rispettare in camper

L’ultima frontiera dei camperisti è il Camping on Board in Sardegna. Maggiore libertà, minori costi.

Hai deciso che quest’estate trascorrerai le tue vacanze in Sardegna. Ovviamente, a bordo del tuo camper. L’unico ostacolo che ti separa da spiagge incontaminate e natura selvaggia è quel tratto di Mediterraneo, che separa l’isola sarda dal continente. Mai pensato di affrontarlo viaggiando con la formula Camping on Board?

Normalmente, imbarcare un camper su un traghetto significa doverlo parcheggiare nel garage e passare le ore di navigazione girovagando per la nave, se viaggi di giorno. Significa, invece, dover prenotare una cabina o una poltrona, se decidi di partire la sera.

Oggi, ci sono alcune compagnie di navigazione che ti offrono una possibilità del tutto inconsueta: raggiungere la Sardegna col Camping on Board. Di cosa si tratta? Della chance di trascorrere le ore di navigazione a bordo del tuo camper, senza per questo dover rinunciare ai servizi offerti dal traghetto.

Invece di lasciare il tuo veicolo nel garage, con la formula Camping on Board parcheggerai il tuo camper su un ponte aperto! Il ponte aperto è chiamato “open deck” e potrai accedervi per tutta la durata della tratta. In pratica, potrai mangiare e dormire nel tuo mezzo preferito, proprio come faresti in un campeggio. E quando sarai stufo di stare al chiuso, niente ti impedirà di raggiungere il bar per un drink o il ponte superiore per scattare qualche foto al profilo delle coste sarde, che cominciano a stagliarsi all’orizzonte.

Camping on Board in Sardegna: regole e limitazioni

La permanenza a bordo del tuo camper, con la formula Camping on Board, è però sottoposta ad alcune regole e limitazioni che devi conoscere.

Innanzitutto, il Camping on Board in Sardegna è permesso solo ai veicoli omologati come roulotte o camper. Il massimo di passeggeri consentiti è 9 persone per ogni veicolo. Inoltre, l’accesso all’open deck è strettamente vietato ai mezzi a benzina.

La sicurezza è fondamentale! Pertanto, anche se potrai rimanere a bordo del tuo camper, non devi fumare, né tanto meno accendere i fornelli della cucina, neanche se elettrici.

Se decidi di raggiungere la Sardegna col Camping on Board, informati per tempo! I posti sono limitatissimi e non tutte le compagnie di navigazione offrono il servizio. Verifica accuratamente le tratte in cui è consentita questa formula e tieni anche in debito conto che, in caso di condizioni avverse, il Camping on Board non potrà essere assicurato.

Nel caso il tempo peggiori improvvisamente durante la traversata, il comandante delle nave avrà facoltà di negarti l’accesso alla zona di sosta dei camper, invitandoti a rimanere all’interno della nave, per evidenti questioni di sicurezza.

I vantaggi

Vale la pena sfruttare questo servizio? Dipende dalle tue preferenze, ma in linea di massima, raggiungere la Sardegna col Camping on Board presenta indiscutibili vantaggi.

Innanzitutto, costa meno. Già, perché non avrai alcun bisogno di prenotare una cabina, ma potrai sfruttare le cuccette del tuo camper per trascorrere una notte confortevole, nel tuo ambiente preferito. Inoltre, anche se deciderai di viaggiare di giorno, potrai rimanere lontano dalla folla del traghetto, utilizzare il tuo bagno e mangiare in tutta tranquillità. Ricordati però di portare con te dei panini, niente fornelli!

E per finire, con il Camping on Board in Sardegna avrai la possibilità di viaggiare con il tuo amico a 4 zampe, che potrà affrontare la traversata all’interno del camper, in tua compagnia. Non avevi mica pensato di lasciarlo a casa, vero?

Se l’idea di andare in Sardegna col Camping on Board ti affascina, non devi far altro che consultare la lista delle compagnie di navigazione che assicurano i collegamenti e verificare la disponibilità del servizio. Buon viaggio!

Share this post!

Torna su